Visita virtuale ai laboratori di Ozzano.

Per la rubrica “Visite ai laboratori” oggi alle 17:00 si apriranno le porte dei laboratori di Ozzano per una full immersion in tecniche di biologia molecolare per preservare le specie in via d’estinzione.Si può conservare una specie rara a partire dall’analisi del suo DNA? La risposta è sì, grazie alle tecniche di biologia molecolare sulle quali da anni lavora l’Area per la genetica della conservazione di  Ispra – Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, presso i laboratori di Ozzano dell’Emilia (BO). La disciplina su cui si basano le attività dell’Area utilizza, infatti, le teorie e le metodologie della genetica evoluzionistica e della genetica di popolazione per ridurre il rischio di estinzione di specie minacciate, con l’obiettivo di preservarle come entità dinamiche e capaci di reagire in maniera attiva e a lungo termine ai cambiamenti ambientali. Numerosi i progetti di ricerca nazionali ed internazionali in cui è coinvolta l’Area. Dal monitoraggio non-invasivo di specie elusive come il lupo, la lontra, l’orso e il gatto selvatico, alla ricostruzione della storia evolutiva di specie o sottospecie uniche al mondo (endemismi italiani), dalla caratterizzazione genetica di specie a rischio di estinzione o poco note dal punto di vista scientifico, alla lotta al bracconaggio e ai traffici illeciti internazionali di specie protette fino al monitoraggio della biodiversità delle acque interne grazie alle tecniche di metabarcoding applicate a campioni di DNA ambientale.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Fill out this field
Fill out this field
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.