Con l’inizio del 2021 tutta la Garfagnana è stata interessata da abbondanti nevicate e anche nel Centro Faunistico di Bieri la neve è caduta copiosa.

Gli OTI del Reparto carabinieri Biodiversità di Lucca già dalla notte di Capodanno si sono trovati a dover fronteggiare l’emergenza per salvaguardare in primis le starne ancora presenti nelle voliere e successivamente le strutture che le ospitano, comprese le reti di copertura delle voliere stesse.

Durante la prima nevicata, dalle 22:00 in poi, due operai insieme con il Capo operaio hanno avviato le operazioni per scuotere la neve dalle reti di copertura del cielo delle voliere, operazioni terminate alle 02:00.

Nella notte dell’Epifania si è verificata la seconda nevicata a basse quote e anche in questa occasione gli operai si sono organizzati in turni per essere presenti nel Centro di Bieri 24h su 24 fino al termine della nevicata il 7 gennaio.

Gli operai hanno dato la loro disponibilità anche nei giorni festivi, spesso percorrendo strade ancora non ripulite dallo spazzaneve. Inoltre, l’ultimo tratto di strada per l’accesso al Centro non è del tutto asfaltato, ed è stretto e tortuoso. In questo ultimo tratto, a causa della grande quantità di neve accumulatasi sugli alberi, molte sono state le piante cadute. Gli operai, quindi, hanno dovuto liberare la strada dalle piante e in qualche caso anche spalare la neve per mantenere l’accessibilità al Centro.

A Bieri sono presenti 10 voliere: 4 sono state liberate dagli animali, ma vanno ugualmente sorvegliate in caso di neve, mentre le restanti 6 ospitano ancora gli animali. Ci sono stati momenti in cui gli operatori non riuscivano a terminare il giro delle 6 voliere con animali che già dovevano ricominciare daccapo perché la neve cadeva dal cielo senza una tregua.

La continua presenza e disponibilità degli operai, l’organizzazione del Capo operaio e il nulla osta del Comandante del Reparto alla possibilità di lavorare in modo continuativo e straordinario hanno permesso di mantenere in sicurezza i nostri preziosi animali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Fill out this field
Fill out this field
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Menu

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.